“D(i)ritti all’immagine”, una rassegna di sei film all’Infopoint Emergency di Roma
Per esplorare attraverso le immagini, frontiere, diritti, integrazione, guerre, migrazioni

A partire da giovedì 29 marzo l’Infopoint di Emergency a Roma (via IV novembre, 157/b) ospita “D(i)ritti all’immagine”, una rassegna cinematografica composta da sei tra documentari e film di finzione per esplorare attraverso le immagini il significato delle frontiere, le opportunità e le difficoltà dell’integrazione, le atrocità delle guerre, le sfide delle migrazioni. Realizzata con il sostegno di Rai Cinema, la rassegna proporrà la proiezione di ogni film – a ingresso gratuito – a partire dalle 18.30, seguita dall’incontro con i suoi autori e/o protagonisti e con un operatore di Emergency che ha affrontato sul campo, attraverso il suo lavoro quotidiano, le situazioni descritte nelle opere. Rassegna Film Emergency PointI FILM

MURI di Francesco Conversano e Nene Grignaffini
Documentario, 85′
Muri di sabbia, di mattoni, di filo spinato, di fantasmi della mente. Due storie: una si svolge lungo la linea di frontiera che divide gli Stati Uniti dal Messico, l’altra a Mitrovica, in Kosovo, dove un ponte divide la piccola cittadina in due.

TERRAFERMA di Emanuele Crialese
Film, 88′
È la storia di un’isola siciliana, di pescatori, quasi intatta. Appena lambita dal turismo e al tempo stesso investita dagli arrivi dei migranti e dalla regola nuova del respingimento: la negazione stessa della cultura del mare, che obbliga al soccorso.

WARD 54 di Monica Maggioni
Documentario, 63′
Kris Goldsmith è un giovane soldato dell’esercito americano. Al suo ritorno dall’Iraq si scontra con l’incapacità di fare i conti con quello che ha vissuto, è malato di disturbo da trauma da combattimento ma nessuno sembra riuscire a intercettare la sua disperazione. La sua storia si incrocia con quella di altri soldati che tornano dalla guerra e non riescono più a vivere una vita normale. Ward 54 è la storia di chi torna a casa e poi si perde.

FUOCOAMMARE di Gianfranco Rosi
Documentario, 108′
Attraverso gli occhi di Samuele, un ragazzino di 12 anni che ama giocare con la sua fionda, Gianfranco Rosi racconta la vita sull’Isola di Lampedusa e il dramma dei migranti nel Canale di Sicilia.

ESULI – LE GUERRE di Barbara Cupisti
Documentario, 70′
Come risultato di guerre e persecuzioni, migliaia di persone ogni giorno sono obbligate a lasciare la propria casa e a cercare rifugio all’interno o all’esterno del proprio Paese. Il documentario è dedicato a questi profughi, alle storie di chi è fuggito per mettere in salvo la propria vita e quella dei propri cari.

LA NAVE DOLCE di Daniele Vicari
Documentario, 90′
L’8 agosto 1991 una nave albanese, la Vlora, carica di ventimila persone, giunge nel porto di Bari. A chi la guarda avvicinarsi appare come un formicaio brulicante, un groviglio indistinto di corpi aggrappati gli uni agli altri. Le operazioni di attracco sono difficili, qualcuno si butta in mare per raggiungere la terraferma a nuoto, molti urlano in coro “Italia, Italia” facendo il segno di vittoria con le dita.