In occasione della mostra di EMERGENCY “Iraq, una ferita aperta. Giles Duley per EMERGENCY” il Gruppo Emergency di Trento e il Museo Storico Italiano della Guerra propongono un incontro con Catia, infermiera volontaria per EMERGENCY in Sierra Leone.

Il Covid-19 ha imposto al nostro paese uno spiegamento di risorse in ambito sanitario imprevisto e inedito per la sua intensità. EMERGENCY non si è tirata indietro e ha sostenuto la creazione dell’ospedale da campo di Bergamo potendo offrire la sua esperienza in un contesto diverso eppur simile per alcuni elementi organizzativi: l’emergenza ebola in Sierra Leone. È il 2014. Catia è una giovane infermiera che vive e lavora in Trentino. Finito il turno, torna al tempo libero, alla famiglia, agli amici. Fino al giorno in cui riceve una telefonata e solo il tempo per rispondere. Prepara la valigia, con pochi vestiti e molto coraggio, e parte per l’Africa e l’epidemia che la costringerà a una difficile quarantena. Ci racconta la sua scelta e l’impegno, le fatiche, le soddisfazioni che l’hanno accompagnata.

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria. Tutte le informazioni dettagliate si trovano qui: https://www.museodellaguerra.it/in-prima-linea-con-emergency/