Emergency Giudecca riapre la sede al pubblico con la proiezione del documentario Jung. Nella terra dei Mujaheddin (2000) di Fabrizio Lazzaretti e Alberto Vendemmiati

Solo pochi giorni prima della sua scomparsa, Gino Strada scriveva un resoconto lucido della situazione a Kabul, descrivendone con precisione il disastro e il fallimento. Oggi i talebani hanno quasi interamente conquistato il Paese. Gino ci ha lasciato, ora tocca a noi la responsabilità di portare avanti la sua immensa eredità, più che mai attuale.

La sede di Venezia alla Giudecca, che ha l’obiettivo di promuovere una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani, riapre la sua stagione di iniziative rivolte al pubblico ripercorrendo le prime fasi della presenza di Emergency in Afghanistan, che hanno visto il suo fondatore Gino Strada in prima linea.

“Jung vuol dire guerra, una parola che il popolo afghano conosce bene”. Il documentario, girato tra il febbraio 1999 e la primavera del 2000, racconta la fondazione del primo ospedale di Emergency per i feriti di guerra, ad Anabah, nella valle del Panshir.

L’iniziativa prevede un numero limitato di posti per cui è necessaria la prenotazione. Si richiede di arrivare con congruo anticipo per permettere il controllo del Green Pass.

Per informazioni e prenotazioni: infovenice@emergency.it 

Vi aspettiamo!