“Una persona alla volta” – presentazione del libro di Gino Strada

Intervengono:
Paola Feo, direttivo di Emergency
Beatrice Taddei Saltini, curatrice dell’Atlante dei conflitti e delle guerre nel mondo
Modera Massimiliano Pilati, presidente del Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani

Partecipazione speciale di Menny cantante dei #Rebel Roots

Letture dal testo a cura dei volontari di Emergency

Siamo nei primi anni ’90 e il giovane medico, il dottor Gino Strada, con il sostegno di sua moglie, Teresa Sarti, di Carlo Garbagnati, di Giulio Cristoffanini e altri amici, fonda EMERGENCY e lancia un appello al quale, in poco tempo, rispondono tantissimi Italiani. Il primo progetto dell’associazione è in Ruanda, durante il genocidio. Poi arrivano Cambogia, Sudan, Sierra Leone e l’ebola, Algeria, Angola, Palestina, Nicaragua, Sri Lanka, Iraq, Nepal, Eritrea, Libia, Repubblica Centrafricana, Serbia, Italia, Yemen… Oggi anche l’Uganda, con un ospedale attivo dal 2020, disegnato da Renzo Piano e costruito con la stessa terra su cui poggia. Infine, la Moldavia, a sostegno di chi fugge dalla guerra in Ucraina.
E l’Afghanistan, certo: Emergency è presente nel paese ininterrottamente dal 1999. Il primo intervento fu il centro chirurgico ad Anabah, nella Valle del Panshir. Poi si sono aggiunti altri due centri chirurgici per vittime di guerra a Kabul e Lashkar-gah, un centro di maternità a 1.700 metri di altitudine dove oggi nascono 7.000 bambini all’anno, cinque centri di assistenza ai detenuti, 44 posti di primo soccorso e centri sanitari. Si parlerà di questo e molto altro in una serata che si preannuncia intensa, ricca di spunti, prospettive, ricordi, tracce da seguire: il “dottor Gino” credeva nell’abolizione della guerra, credeva nella costruzione di pace e diritti attraverso una sanità gratuita e di qualità, anche nel nostro paese.

Durante la serata è prevista la vendita del libro a cura della libreria Arcadia di Rovereto.

Promuovono il Centro Pace Ecologia e Diritti Umani di Rovereto e il gruppo Emergency di Trento, in collaborazione con il Comune di Rovereto.

Informazioni:
trento@volontari.emergency.it
roveretopace@gmail.com