Per i “Venerdì della cultura” il 30 novembre alle 16.30 Creamcafè (Piazza Matteotti 72) organizza un incontro con Raffaella Felletti, medico che ha lavorato per Emergency nei capi profughi in Iraq.

“Il governatorato del Kurdistan Iracheno ha ospitato durante la invasione dell’ISIS nei territori iracheni e siriani centinaia di migliaia di profughi che sono fuggiti dalle loro case, dalla loro vita portando con sé solo dolore, lutti, sofferenze.

Nonostante lo sterminio del popolo curdo da parte del regime sanguinario di Sadam Hussein sia recente e indelebile nella memoria il popolo curdo ha saputo accogliere i profughi nel suo territorio. Le ONG internazionali hanno allestito i campi e fornito servizi essenziali ed in particolare Emergency ha ricevuto dall’organizzazione dell’ONU che si occupa dei rifugiati l’incarico di stabilire un servizio di Medicina di base nei campi profughi. ”

I volontari del gruppo di Genova saranno presenti con un banchetto informativo