Voci in Capitolo, Maratona di letture in sostegno al Politruk di Emergency che offre assistenza a chi fugge dalla guerra in Ucraina

Gino Strada ha dedicato la vita alle vittime delle guerra e come lui Emergency che ha fondato insieme alla moglie Teresa Sarti. E la guerra ancora una volta è prepotentemente tornata in Europa nonostante, è bene ricordarlo, non se ne sia mai andata dal mondo dove ad oggi sono in essere decine di conflitti. Assistiamo preoccupati e impotenti a questi conflitti spesso domandandoci quale piccolo contributo dare per contrastarla. In molti, nel silenzio della propria abitazione, hanno spento i riscaldamenti o cercato di diminuire il consumo energetico, altrettanti portano avanti iniziative per far sentire la propria voce.

Per questo Emergency Ferrara, Progetto Teatro Bianco, Destination-APS Film e Factory Grisù, con il patrocinio del Comune di Ferrara, hanno deciso di organizzare una maratona di letture partendo dai testi di Gino Strada, Pappagalli Verdi, Una persona alla volta e Buskashi. Abbiamo chiamato questa iniziativa Voci in Capitolo perché avere voce in capitolo è la posizione di chi racconta le cose da una prospettiva consapevole e significativa, è una locuzione per indicare l’espressione di un punto di vista nella comunicazione e nella narrazione.

“Ho sentito l’esigenza – spiega Roberta Pazi, che per prima ha pensato a questa iniziativa – di intervenire in modo concreto, come tutti, come cittadina, come attrice ma anche come responsabile del processo artistico e civico che porto avanti da anni insieme agli allievi dei corsi”. “Il teatro – aggiunge – è un percorso di consapevolezza verso se stessi e verso l’ altro. Gli ‘artisti’ hanno la possibilità di avere un ruolo importante nel tessuto sociale. La parola è il nostro mezzo espressivo e dare spazio a un diverso punto di vista sulla guerra in un contesto di condivisione, ci è sembrato necessario”.

Voci in Capitolo nasce proprio dall’esigenza di dare voce, letteralmente, alla moltitudine di persone che non crede alla guerra come risoluzione di un conflitto, in uno spazio che sia condiviso e riconosciuto pubblico, come una piazza, un’Agorà che accoglie i cittadini e dà loro voce.

Teatro Bianco, DestinationFilm-APS, Factory Grisù ed Emergency propongono alla cittadinanza, una maratona di lettura su alcuni testi significativi di Gino Strada. Una maratona che ha bisogno della voce di tutte le cittadine e i cittadini che vogliono mettersi in gioco, affiancati dagli allievi delle scuole di recitazione della città.

In collaborazione con le scuole di Cinema e Teatro, ma soprattutto coinvolgendo qualsiasi persona che voglia far sentire la propria voce, il 5 di giugno dalle 17,00 alle 23,00 presso il Consorzio Factory Grisù, chi vorrà si potrà alternare nella lettura dei testi facendo sentire la propria voce.

La maratona avrà come media partner Filo Magazine e si avvarrà della testimonianza di alcune personalità della città, che attraverso piccole pillole di lettura prepareranno la strada all’evento.
Tra questi vi sveliamo solo il direttore del Teatro Comunale Moni Ovadia e Francesca Pennini del Collettivo Cinetico mentre vi invitiamo a seguirci sulle nostre pagine Facebook e Instagram per scoprire chi altri sosterrà il progetto!

Si ringrazia la casa editrice Freccia d’Oro ed Edoardo Boselli per il sostegno.